HAVE A GEEK DAY

Il Blog di ELEVA

Secondo l’Identy Theft Research Center, nel 2018 ci sono stati 561.782.485 record esposti nell’ambito di 1.138 violazioni di dati, che riguardano aziende di diverse dimensioni. La sicurezza dei nostri dati personali e, ancora peggio, delle informazioni che trattiamo per lavoro è costantemente a rischio di intrusioni esterne. Le conseguenze hanno il più delle volte ricadute economiche e non si tratta solo di proteggere le nostre password. Ecco 8 consigli per mantenere al sicuro i tuoi dati su dispositivi fissi e mobili.

1. Usa dei sistemi con autenticazione a più fattori

Oggi con i sistemi di homebanking è obbligatorio. Perché la tua email o il tuo profilo social dovrebbe essere da meno? Attiva sistemi di autenticazione a due fattori che richiedono un codice univoco via SMS o app per accedere da un nuovo dispositivo alla tua email, al tuo profilo social o ai siti. Per un accesso più rapido puoi eventualmente approvare alcuni dispositivi “sicuri” su cui non deve essere fatta questa operazione.

2. Crea password complesse e cambiale ogni 3 mesi

Dove non riuscissi ad attivare un sistema di autenticazione a due fattori, è fondamentale cambiare password spesso, soprattutto in relazione all’uso di applicazioni di instant messaging o email. Quando un soggetto esterno riesce a “bucare” un account email o una chat, potrà accede indisturbato e per un periodo indefinito alle nostre informazioni personali o a dati di business riservati, condivisi su questi strumenti. Prima ci proteggiamo dal rischio di intrusioni esterne, più limitiamo gli eventuali danni, perché non sempre “l’attacco” avviene immediatamente dopo il furto delle credenziali.

3. Usa un Password manager

Grazie a servizi come KeePass, LastPass, 1Password  è possibile salvare in uno strumento sicuro tutte le password che usiamo quotidianamente. Questo permette di evitare l’uso di password deboli o uguali su diversi account, che è une delle cause principali di violazioni.

Contattaci per saperne di più

4. Attenzione alle reti WiFi pubbliche

Connettendoti a internet in mobilità, cerca di evitare le reti WiFi pubbliche. Al contrario delle reti domestiche, infatti, potrebbero non essere criptate. Questo significa che la tua attività online potrebbe essere monitorata da soggetti terzi. Non solo: un virus sul device di un utente connesso alla stessa rete, potrebbe passare sul tuo dispositivo. Assicurati di avere il firewall attivo e la protezione antivirus aggiornata.

5. Assicurati di disattivare il Bluetooth dal tuo dispositivo

Il Bluetooth può essere uno strumento utilissimo in molte situazioni, ma ricordati di disattivarlo quando non lo usi. La tecnologia su cui si basa infatti espone i tuoi dispositivi a un più facile accesso da parte di potenziali intrusioni malevole.

6. Cripta i tuoi file

Come abbiamo scritto anche in questo post, esistono diversi strumenti, anche gratuiti, che ti permettono di tenere al sicuro i tuoi file. I documenti criptati sono solitamente sbloccabili solo dai propri dispositivi personali e con sistemi di autenticazione a due fattori. Questo rende i file condivisi più sicuri anche all’interno dell’azienda e li protegge da attacchi esterni.

7. Effettua regolarmente gli aggiornamenti ai tuoi software

Nel 2017 Equifax, una delle principali società di credit rating statunitensi, ha subito un attacco hacker che ha coinvolto 143 milioni di Americani, con i loro numeri di previdenza sociale, date di nascita e indirizzi di casa. Gli hacker sono stati in grado di accedere ai dati dell’agenzia attraverso una vulnerabilità nota in un’applicazione Web. Una correzione per questo problema di sicurezza era effettivamente disponibile due mesi prima della violazione, ma la società non aveva aggiornato il suo software. Questo evento rappresenta un esempio estremo, ma molto chiaro, del perché sia così importante non ignorare le richieste di aggiornamento automatico che riceviamo periodicamente.

8. Occhio alle mail

La mail resta uno dei principali veicoli di intrusione per accedere ai dati personali di qualsiasi utente. Non condividere mai informazioni sensibili, soprattutto se non sei stato tu ad avviare la conversazione. Inoltre, controlla sempre bene il mittente del messaggio, soprattutto quando la richiesta suona strana, quando c’è una minaccia o viene chiaramente richiesto di inserire la proprie credenziali



Vuoi saperne di più sui nostri servizi?

Contattaci ora!

ELEVA Srl
Via Aldo Moro 5
27028, San Martino Siccomario (PV) - ITALIA
Email: info@eleva.it
Website: www.eleva.it

Privacy Policy

Codice SDI per la fatturazione elettronica: SZLUBAI